Conti energia e Tremonti ambiente: divieto di cumulo delle tariffe incentivanti con la detassazione per investimenti ambientali

Decreto Legge 26 ottobre 2019, n. 124, recante “Disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili”
15/11/2019
image_pdfimage_print

Il Decreto Legge 26 ottobre 2019, n. 124, recante “Disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili, che accompagna la legge di bilancio 2020 (il c.d. collegato fiscale), tra le altre cose, all’art. 36 definisce una procedura che consente al contribuente di mantenere il diritto a beneficiare delle tariffe incentivanti dei Conti Energia III, IV e V, a fronte del divieto di cumulo con la detassazione per investimenti ambientali di cui all’art. 6, cc. da 13 a 19, legge n. 388/2000 (c.d. “Tremonti ambiente“).

In particolare, è previsto che gli interessati potranno mantenere il diritto a beneficiare delle tariffe incentivanti riconosciute dal GSE, previo pagamento di una somma parametrata alla variazione in diminuzione effettuata in dichiarazione dei redditi per i suddetti investimenti ambientali.
La disposizione introduce nella sostanza una sorta di sanatoria volta a chiudere i numerosi contenziosi pendenti sia in ambito amministrativo che tributario.

Ti può interessare anche: