Dal 1° Luglio 2020 nuove regole tecniche di funzionamento per la mancata produzione eolica

GSE, Regole tecniche di funzionamento per il riconoscimento della mancata produzione eolica, del 14 aprile 2020
28/04/2020
image_pdfimage_print

Il 14 aprile u.s. il Gestore dei Servizi Energetici – GSE S.p.A. ha pubblicato le nuove “Regole Tecniche di Funzionamento per il riconoscimento della Mancata Produzione Eolica”.

In particolare, si tratta di misure volte a disciplinare ed agevolare l’attività dei soggetti interessati dal processo di calcolo della Mancata Produzione, ovvero gli utenti del dispacciamento e i produttori che gestiscono unità eoliche cui vengono impartiti, da parte di Terna, ordini per la riduzione o l’azzeramento dell’immissione in rete di energia elettrica.

Le nuove regole tecniche introducono importanti semplificazioni nel processo di gestione dei contratti, agevolando l’accesso degli operatori al meccanismo e garantendo una maggiore trasparenza informativa. Il tutto in attuazione della Delibera dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente – ARERA n. 195/2019/R/efr del 21 maggio 2019, recante “Revisione dell’indice di affidabilità ‘IA’, di cui all’articolo 5 dell’allegato A alla Deliberazione dell’Autorità arg/elt 5/10, utilizzato nel calcolo della mancata produzione eolica”, finalizzata a risolvere talune criticità riscontrate nella precedente disciplina e, in particolare, a rivedere alcuni dei parametri che consentono la quantificazione dell’entità della mancata produzione, quale ad es. il c.d. Indice di Affidabilità dell’utente.

Pertanto, in conformità con quanto disposto dalla suddetta Delibera ARERA, il Gestore ha previsto la possibilità per i singoli operatori di delegare un soggetto terzo, incluso il produttore, a svolgere le attività funzionali all’erogazione dei corrispettivi e ad inserire o avere accesso alle informazioni tramite il portale dedicato. Si prevede inoltre una consistente riduzione dei tempi di presentazione delle istanze, attraverso la dematerializzazione della documentazione e l’estrazione dei dati tecnici già inseriti nelle precedenti convenzioni, in caso di variazione dell’utente di dispacciamento.

L’entrata in vigore delle nuove regole tecniche è fissata per il 1° luglio 2020.

Ti può interessare anche: